Tipi di contratto


In Australia esistono fondamentalmente tre tipologie di contratto di lavoro:

  • full time
  • part time
  • casual

Il contratto full time prevede un minimo di 38 ore alla settimana, dove straordinari, malattia e ferie sono pagati.
Le ore considerate extra sono di solito quelle di sabato dopo le 18, la domenica e nei giorni festivi. I lavoratori con questo tipo di contratto godono di 30 minuti di pausa dopo le prime 4 ore di lavoro e successivamente 15 minuti ogni 2. Le piccole pause durante l’orario lavorativo sono chiamate “smoko”, termine che deriva dalla parola fumo, cioè il tempo per una sigaretta.

Il contratto part time prevede una durata inferiore alle 38 ore settimanali, normalmente il lavoro viene effettuato sulla base di un orario regolare ogni settimana, I lavoratori assunti con contratto part time hanno gli stessi diritti e doveri dei full time. Normalmente se si e’ qui con lo Student Visa e’ questo il contratto con il quale si e’ assunti per via delle limitazioni imposte delle 40 ore lavorative ogni 2 settimane durante la durata del corso ( e si può lavorare senza limitazioni durante le pause del corso).

Maggior informazioni si trovano alla pagina sul sito del Fairwork Ombundsman

Per finire, il contratto casual (molto frequente tra i possessori di visto temporaneo come il Working Holiday),

  • non ha ore garantite di lavoro;
  • di solito ha orari irregolari;
  • non vengono pagati congedo per malattia o ferie, ma proprio per questo include di solito un minimo salariale più alto di un contratto full time;
  • può finire l’occupazione senza preavviso, salvo se il preavviso sia richiesto da un accordo di sede,  o dal contratto di lavoro.

Anche in questo caso maggiori ingormazioni sono reperibili sul sito del Fairwork Ombundsman .

Diritti dei dipendenti

know your rights logoPer quanto riguarda i diritti dei dipendenti, FWO mette a disposizione una pagina web, dove si riepiloga fra l’altro:

  • cosa vi spetta in base alla tipologia del contratto di lavoro;
  • le norme che regolano orario di lavoro, pause e turni;
  • cosa il datore di lavoro deve provvedere per la  sicurezza sul luogo di lavoro e quali protezioni deve fornirvi;
  • se si ha o meno diritto a un’uniforme;
  • come agire in casi di bullismo o molestie;
  • quali sono i vostri diritti se l’azienda cambia proprietari

Per chi ha problemi con l’inglese esiste una pagina in italiano che riepiloga queste informazione

In generale, i National Employment Standards prevedono 10 diritti minimi nell’ambiente di lavoro:

  1. Una settimana lavorativa ordinaria di un massimo di 38 ore per i dipendenti a tempo pieno, più un numero ‘ragionevole’ di ore di lavoro supplementare.
  2. Diritto di richiedere condizioni di lavoro flessibili.
  3. Congedo parentale o per genitori adottivi di 12 mesi (non retribuito), con il diritto di richiedere altri 12 mesi.
  4. Quattro settimane di congedo annuale retribuito ogni anno (proporzionalmente all’orario di lavoro svolto).
  5. Dieci giorni di congedo retribuito di malattia/per accompagnatori ogni anno (proporzionalmente all’orario di lavoro svolto), due giorni di congedo retribuito per gravi motivi familiari per ogni occasione consentita, e due giorni di congedo per accompagnatori non retribuito per ogni occasione consentita.
  6. Congedo di utilità sociale per lo svolgimento dell’incarico di giurato popolare o per servizi di protezione civile nel caso di determinate emergenze o disastri naturali. Questo congedo non è retribuito, tranne nel caso dell’incarico di giurato popolare.
  7. Congedo di anzianità (long service leave).
  8. Festività pubbliche e il diritto di percepire in tali giorni la retribuzione prevista per lavoro ordinario.
  9. Preavviso di cessazione del rapporto di lavoro e trattamento di fine rapporto.
  10. Il diritto dei nuovi dipendenti di ricevere il Fair Work Information Statement (in inglese o in italiano.

Differenze tra lavoratori autonomi, dipendenti e Sham Contracting

Tax-Information-about-Employees-and-ContractorsUn lavoratore subordinato (employee) esegue mansioni di lavoro seguendo le istruzioni del datore in cambio di una paga ricorrente. Il rapporto di lavoro é regolamentato in base a contratti collettivi e/o individuali in aggiunta agli standard occupazionali nazionali.

Un lavoratore autonomo (indipendent contractor) generalmente effettua il lavoro con la propria attrezzatura e senza vincoli di orari e modalità di lavoro, in base a contratti basati su progetti specifici.

Anche in Australia può accadere che alcuni datori di lavoro dissimulino un rapporto di lavoro subordinato con un contratto di lavoro autonomo per evitare i relativi obblighi (anche contributivi e fiscali) e responsabilità stabilite dal diritto del lavoro. Questo fenomeno e’ chiamato sham contracting (contrattazione-truffa) ed è illegale.

La legge australiana (Fair Work Act 2009 Cth e relativi precedenti giudiziari) tutela i lavoratori dipendenti anche qualora non vengano contrattualmente definiti tali.

Maggiori informazioni possono trovarsi alla pagina di riferimento dell’ATO: Difference between employees and contractors 

 

Informazioni aggiornate al 20 Dicembre 2015