Pensioni


Lo Stato Italiano ha stipulato Convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con gli Stati dove è risultato più rilevante il fenomeno dell’emigrazione italiana. Le singole Convenzioni bilaterali hanno come finalità fondamentale quella di garantire la parità di trattamento tra i cittadini dei Paesi contraenti. Permettono al lavoratore, inoltre, di acquisire il diritto a pensione sommando i periodi di assicurazione versati in Italia e in ciascuno Stato convenzionato (totalizzazione dei periodi assicurativi) e di conservare il diritto alle prestazioni previdenziali anche in caso di trasferimento da o verso uno Stato estero convenzionato.

L’Accordo di sicurezza sociale tra Italia e Australia è stato stipulato il 13.09.1993 ed è entrato in vigore l’1.10.2000 (link pagina riferimento INPS). L’Accordo ha sostituito la Convenzione stipulata il 23.4.1986 ed entrata in vigore l’1.9.1988. Tale accordo si applica alle persone che siano, o siano state, residenti in Australia e/o possano far valere periodi di contribuzione accreditata in base alla legislazione italiana. Si applica, altresì, quando previsto, ai familiari a carico e ai superstiti. Ai fini della totalizzazione sono utili anche i periodi di residenza in Papua Nuova Guinea, in quanto equiparati ai periodi di residenza in Australia.
Per informazioni sulle prestazioni pensionistiche erogate dall’Australia in regime di convenzione bilaterale, si consiglia la consultazione del link del Department of Human Services Istituzione di sicurezza sociale australiana o direttamente ai Patronati .

Gli istituti di Patronato sono enti di assistenza sociale senza fini di lucro, costituiti e gestiti dalle confederazioni o dalle associazioni nazionali dei lavoratori; hanno l’obiettivo di informare, assistere e tutelare i lavoratori dipendenti ed autonomi, i pensionati ed i singoli cittadini (Legge 152 del 30 marzo 2001). I loro servizi si rivolgono, principalmente, a tutti coloro che necessitano di assistenza nella richiesta di prestazioni sociali quali pensioni di vecchiaia, anzianita’, reversibilita’, inabilita’, invalidita’o simili.

Il riconoscimento dei propri diritti pensionistici e’ divententato sempre piu’ difficoltoso e complesso a causa delle continue modifiche legislative; presentare una domanda di pensione puo’ essere problematica e confusa: rivolgersi a esperti puo’ agevolare il percorso e ridurre i tempi d’attesa.
Le attività dei patronati sono di consulenza, informazione e tutela e riguardano:

  • Verifica dei contributi INPS-INPDAP
  • Compilazione ed inoltro di domande di pensione italiana (vecchiaia, anzianita’, invalidita’, reversibilita’)
  • Compilazione ed inoltro di domande di pensione australiana (age , disability, carer pension)
  • Compilazione ed inoltro di domande di pensione estere (Francia, Svizzera, Germania ecc …)
  • Compilazione ed inoltro di domande di assegno familiare
  • Controllo gestione della pensioni liquidate
  • Verifica annuale dell’importo di pensione in pagamento
  • Rilascio ART 10 e CUD
  • Certificato Di Esistenza in Vita

 

Informazioni aggiornate al 20 Dicembre 2015